Archivio tag: acquisto

Apparecchi Acustici: tipologia “CIC” o Pretimpanici

Lucia Bigiarini nessun commento

Gli apparecchi CIC o Pretimpanici sono adatti a persone con ipoacusia da lieve a moderata. Come per gli apparecchi endoauricolari (ITE) il guscio, realizzato su misura, ma viene indossato nella profondità del condotto uditivo, in modo da essere praticamente invisibile dall’esterno. Per chi è molto attento all’aspetto estetico il CIC ha

CROS – Perdite Unilaterali

Lucia Bigiarini 2 commenti

Gli apparecchi Phonak CROS fanno parte di quella categoria di apparecchi acustici (Sistema CROS/BiCROS) che offrono soluzioni per tutte quelle persone che hanno una perdita uditiva monolaterale (con un solo orecchio ipoacusico) o squilibrata (entrambe gli orecchi con sordità, ma comunque uno migliore dell’altro). Gli apparecchi Phonak CROS sono disponibili nella versione endoauricolare (ITE):

Apparecchi Acustici: tipologia CROS

Lucia Bigiarini 6 commenti

Gli apparecchi acustici CROS, sono stati progettati per aiutare quelle persone che soffrono di anacusia monolaterale, cioè di una perdita totale o quasi dell’udito da un lato e un udito normale dall’altro, o individui con una perdita totale da un lato e una certa perdita dell’udito nell’orecchio migliore.

Phonak Bolero Q

Lucia Bigiarini nessun commento

Phonak Bolero Q rappresenta la gamma completa di apparecchi acustici BTE (Behind the Ear o retroauricolari) progettata per coprire perdite uditive da leggere a profonde. Comprende quattro modelli: Phonak Bolero Q-M312 (versione OpenFitting) Phonak Bolero Q-M13 (versione OpenFitting) Phonak Bolero Q-P (versione BTE)                

Apparecchi Acustici: tipologia “ITE” o Intraauricolare

Lucia Bigiarini nessun commento

Gli apparecchi acustici ITE (In The Ear) o più semplicemente intarauricolari sono apparecchi ideali per chi soffre di perdita uditiva da lieve a grave, e vengono indossati completamente all’interno del condotto uditivo, ma una parte resta visibile esternamente, nella conca dell’orecchio. Sono apparecchi molto discreti, in quanto la dimensione dipende dalla

Apparecchi acustici: tipologia OpenFitting (openEar)

Lucia Bigiarini 4 commenti

Gli apparecchi acustici “open fitting”  possono essere considerati una variante molto più comoda degli apparecchi acustici retroauricolari e rappresentano un’importante novità per le persone che presentano perdite di udito iniziali o con deficit prevalente sulle frequenze medio acute ( 1000-6000 HZ ) e con la conservazione delle frequenze gravi ( 125-1000 HZ ).

Apparecchi acustici: tipologia “BTE” o Retroauricolari

Lucia Bigiarini 2 commenti

Gli apparecchi acustici retroauricolari (BTE = Behind The Ear) rappresentano la scelta classica per poter aiutare tutti i livelli di perdite uditive. A differenza degli apparecchi CIC e RIC,  tutte le componenti elettroniche nella tipologia Retroauricolari, si trovano tutte all’interno del guscio che si indossa posizionato proprio dietro il padiglione auricolare. Il

Acquistare un apparecchio acustico: le barriere da superare

Lucia Bigiarini nessun commento

L’udito è l’organo di senso più importante di cui l’essere umano disponga; infatti è l’unico senso sempre vigile, anche quando dormiamo. L’ipoacusia può creare situazioni di malessere che a loro volta causano difficoltà nei rapporti interpersonali, ma prima di diventare portatore di un apparecchio acustico una persona deve superare molte

Cerca nel sito