2017-11-20_10h59_33

La perdita dell’udito anche solo di un orecchio danneggia la capacità di comprendere e di usare il linguaggio.

Uno studio della Scuola di Medicina dell’Università di Washington a St. Louis afferma che quando i bambini iniziano la scuola, uno su 20 ha già una certa perdita dell’udito da un orecchio. La perdita dell’udito da un orecchio può creare problemi significativi per i bambini colpiti, perchè può incidere sulla loro capacità di apprendere.

“Per molti anni, i pediatri e gli educatori hanno ritenuto che finché i bambini hanno un orecchio normale, il loro linguaggio e la loro compresione orale si svilupperanno normalmente”, dice  Judith EC Lieu, MD, specialista in otorinolaringoiatra dell’Università di Washington presso il Louis Children’s Hospital.

“Il nostro studio mostra che, in media, i bambini con perdita dell’udito da un orecchio hanno livelli linguistici e una produzione orale più povera rispetto ai bambini che hanno un buono udito da entrambi gli orecchi”, dice Lieu.

I bambini con perdita dell’udito  su un lato spesso non sono dotati di apparecchi acustici e spesso non ricevono cure adeguate per la loro condizione. Questo nonostante il fatto che un apparecchio acustico sull’orecchio cattivo possa migliorare notevolmente l’udito e la loro capacità di comprendere e utilizzare il linguaggio.

Lo studio ha dimostrato che la maggior parte dei bambini con perdita dell’udito da un orecchio sono quelli che vivono in famiglie con reddito medio-basso o con genitori che hanno poca istruzione. Livelli di povertà e livelli di istruzione bassi, soprattutto materni, sono fattori che possono influenzare le competenze linguistiche. L’ipoacusia in un orecchio può aumentare tale effetto.

La perdita dell’udito in un orecchio può derivare da anomalie congenite nell’orecchio, trauma cranico o infezioni come la meningite. I bambini con perdita dell’udito in un orecchio possono passare inosservati perché possono sembrare avere un udito normale. La loro difficoltà uditiva può essere confusa semplicemente da mancanza di attenzione, afferma Lieu.

I ricercatori hanno studiato 74 bambini di età compresa tra 6 e 12 anni con perdita dell’udito da un orecchio. Ognuno è stato abbinato a un fratello con udito normale in modo che i ricercatori potessero minimizzare i possibili effetti dei fattori ambientali e genetici sulle abilità linguistiche dei bambini.

Fonte: www.wustl.edu

Condividi : Share on FacebookTweet about this on Twitter

Dott. Leonardo Tei

Foto dell'autore
Medico di medicina generale. Attualmente specializzando. Su Cisento.com curo gli approfondimenti medico-scientifici e sono sempre a disposizione per rispondere a domande o richieste in questo ambito.

 Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Cerca