2016-06-04_19h16_42

Uno studio sulla associazione tra perdita di udito e obesità in donne di età compresa tra i 18 e i 40 anni dimostra che l’obesità può influenzare negativamente la funzione uditiva. In particolare, la capacità di sentire le alte frequenze sembra essere collegata negativamente all’obesità.

Lo studio, che è stato condotto da ricercatori del Dipartimento di Endocrinologia e Metabolismo, Facoltà di Medicina, dell’Università Yuzuncu Yil in Turchia, ha  incluso quaranta donne con diagnosi di obesità e quaranta normopeso, non-obese. Ogni partecipante allo studio è stato testato con audiometria sia a bassa che ad alta frequenza.

I risultati suggeriscono che l’obesità può influenzare negativamente la funzione dell’udito. La perdita dell’udito a causa di obesità può essere, quindi, prevenuta con l’evitare di raggiungere l’obesità e ridurre i suoi fattori di rischio.

L’attività fisica previene la perdita dell’udito

Un precedente studio a del 2013, pubblicato sull’American Journal of Medicine, suggerisce anche che mantenersi attivi e mantenere il nostro peso entro limiti sani può contribuire a preservare il nostro udito. In questo studio 68.000 donne sono state monitorate per un periodo di 20 anni a partire dal 1989. Ai partecipanti allo studio è stato testato l’udito, calcolato l’indice di massa corporea (BMI) e la circonferenza della vita. Essi hanno dovuto anche riferire la quantità e il tipo di esercizio fisico svolto settimanalmente.

I risultati dello studio hanno mostrato una significativa relazione tra bassi livelli di attività fisica, obesità e perdita di udito. Quelli con un BMI più basso, quindi più magri, e attivi fisicamente avevano il 17% in meno di possibilità di sviluppare una perdita di udito con l’avanzare dell’età. I soggetti con un girovita di 80 centimetri o superiore avevano un rischio dell’11% maggiore di perdere l’udito rispetto alle loro controparti più snelle. Addirittura quelli il cui girovita aveva superato gli 88 centimetri avevano addirittura significativo 27% di possibilità in più di sviluppare problemi di udito.

Gli adolescenti obesi sono ad alto rischio

Un terzo studio, sempre del 2013, pubblicato sulla rivista The Laryngoscope, ha dimostrato che un adolescente sovrappeso raddoppia le probabilità di una perdita dell’udito unilaterale a bassa frequenza. I risultati hanno anche mostrato che gli adolescenti obesi hanno maggiori probabilità dei loro coetanei normopeso di sperimentare ogni tipo di perdita dell’udito.

Fonti: www.ncbi.nlm.nih.gov

Condividi : Share on FacebookTweet about this on Twitter

Dott. Leonardo Tei

Foto dell'autore
Medico di medicina generale. Attualmente specializzando. Su Cisento.com curo gli approfondimenti medico-scientifici e sono sempre a disposizione per rispondere a domande o richieste in questo ambito.

 Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Cerca