Le persone che fumano o che sono spesso esposte al fumo passivo hanno maggiori probabilità di perdere l’udito.

Questo è quanto rileva un recente studio inglese.
Da decenni ormai è risaputo che il fumo porta a vari problemi di salute come le malattie cardiache e il cancro. Questa ricerca del Regno Unito ha scoperto che il fumo di sigaretta colpisce anche l’udito.

I fumatori avrebbero un maggiore rischio di sordità di oltre il 15% rispetto ai non fumatori e anche ai fumatori passivi. Smettere di fumare, d’altra parte, permette agli ex-fumatori di recuperare terreno e avere un rischio leggermente ridotto di ipoacusia. Questo probabilmente perché hanno adottato uno stile di vita più sano dopo aver smesso di fumare.

I fumatori passivi hanno rispetto ai soli non fumatori un rischio del 28% maggiore. Questo può sembrare paradossale, ma i ricercatori hanno sottolineato che i fumatori passivi sono stati confrontati solo con i non fumatori – mentre i fumatori sono stati confrontati con contemporaneamente con i fumatori passivi e con i non-fumatori.

La conclusione rimane comunque la stessa: il fumo di sigaretta danneggia l’udito!

E anche notevolmente!

Nello studio, i ricercatori hanno esaminato i risultati del test dell’udito di quasi 165.000 adulti britannici di età compresa tra 40 a 69 anni. Tutti i partecipanti sono stati sottoposti al test dell’udito tra il 2007 e il 2010.

Lo studio ha mostrato che il rischio di perdita dell’udito aumenta con il numero di sigarette fumate a settimana.

I ricercatori hanno valutato che quasi il 20% della popolazione del Regno Unito fuma, facendo delle sigarette una causa importante di perdita dell’udito.

Perché il fumo porti alla perdita di udito rimane poco chiaro. Tuttavia è probabile che il fumo sia collegato a cambiamenti microvascolari nell’orecchio interno, che possono influire negativamente sull’udito.

Lo studio è stato condotto dal Dr. Piers Dawes e dal suo team di ricerca del Centro di comunicazione umana e Sordità presso l’Università di Manchester nel Regno Unito.

I risultati sono stati pubblicati nel Journal of Association of Research in Otorinolaringoiatria.

Fonte: www.manchester.ac.uk

Dott. Leonardo Tei

Foto dell'autore
Medico di medicina generale. Attualmente specializzando. Su Cisento.com curo gli approfondimenti medico-scientifici e sono sempre a disposizione per rispondere a domande o richieste in questo ambito.

 Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Cerca nel sito