2017-04-19_14h09_38

Vivere con l’acufene, o meglio convivere con esso, può essere difficile.

Ecco alcuni semplici consigli che possono aiutare contro il costante e fastidioso rumore:

  • Evitare di ansia o stress, in quanto questi stimolano un orecchio  già sensibile.
  • Avere un riposo adeguato ed evitare l’affaticamento.
  • Evitare l’uso di stimolanti del sistema nervoso, compreso il caffè (caffeina), l’alcool e il fumo (nicotina).
  • Dormire con la testa appoggiata in una posizione elevata, per esempio con l’uso di uno o due cuscini. Questo riduce la pressione e la stasi sulla testa e il tinnito può diventare meno evidente.
  • Essere consapevoli del fatto che l’acufene è solitamente più evidente prima di andare a dormire e se i dintorni sono silenziosi. Qualsiasi rumore in camera, come un ticchettio di orologio o la radio a basso volume, aiuta a mascherare il tinnito e renderlo meno irritante.
  • Utilizzare un dispositivo maschera-tinnito risulta a volte utile.
  • Alcune persone traggono beneficio con l´uso di un apparecchio acustico in quanto amplifica il rumore esterno e maschera l´acufene.
  • Evitare situazioni che possono arrecare ulteriori danni all’udito (come il rumore eccessivo) e proteggere le orecchie da possibili infortuni e rischi professionali. Utilizzare dispositivi protettivi per l´orecchio al momento opportuno.
  • Alcune persone ricevono molto sollievo con terapie alternative (agopuntura, yoga, omeopatia…)
  • Counseling psicologico può essere utile, soprattutto se le persone sono molto ansiose e hanno paura di avere una malattia grave o progressiva, come ad esempio un tumore al cervello. Alcune persone si preoccupano perché pensano di poter avere una malattia mentale a causa del rumore “nella loro testa.” La rassicurazione da parte di uno specialista aiuta a calmare questi timori e ansie.
  • La causa di acufene può essere trattata. Per esempio, se il rumore nelle orecchie è causato da una infezione dell’orecchio medio, gli antibiotici possono risolvere il problema.
  • A volte 3 giorni di infusioni con cortisone, Vitamine o soluzioni reologiche possono risolvere il problema.
  • Rivolgersi ad un otorinolaringoiatra esperto di questi problemi.

 

 

 

Condividi : Share on FacebookTweet about this on Twitter

Dott. Leonardo Tei

Foto dell'autore
Medico di medicina generale. Attualmente specializzando. Su Cisento.com curo gli approfondimenti medico-scientifici e sono sempre a disposizione per rispondere a domande o richieste in questo ambito.

 Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Cerca