2017-11-07_13h06_12

Uno studio, che ha valutato l’associazione di danneggiamento dell’udito e artrite reumatoide (AR), ha evidenziato che i pazienti con artrite reumatoide hanno un rischio maggiore di ipoacusia durante il loro corso della malattia rispetto alle persone sane.

Con una prevalenza del 25-72%, l’ ipoacusia neurosensoriale è risultata essere il tipo più comune nei pazienti con artrite reumatoide. I risultati di audiometria tonale pura hanno rivelato che i pazienti con artrite reumatoide hanno una perdita dell’udito ad alta prevalenza in tutte le frequenze.

Che cosa è l’artrite reumatoide?

Artrite reumatoide (AR) è una malattia infiammatoria cronica che provoca dolore, rigidità, gonfiore e limita il movimento e le funzioni di molte articolazioni. Le piccole articolazioni delle mani e dei piedi tendono ad essere più coinvolte. E’ noto che il sistema uditivo è coinvolto durante il corso della malattia nei pazienti affetti da AR, ma l’associazione di ipoacusia e AR non è stata precedentemente e chiaramente definita.

Il trattamento della perdita di udito nei pazienti con artrite reumatoide
I pazienti affetti da artrite reumatoide possono beneficiare dell’uso di diversi tipi di apparecchi acustici e di dispositivi impiantabili. Inoltre antiossidanti (ad es. Vitamina E) possono svolgere un ruolo protettivo per l’orecchio interno .

Secondo lo studio, che è stato pubblicato in The Open Reumatologia Journal, i pazienti con artrite reumatoide dovrebbero eseguire dei test audiometrici e EMISSIONI OTOACUSTICHE EVOCATE DA STIMOLI TRANSIENTI (TEOAE) regolarmente.

Condividi : Share on FacebookTweet about this on Twitter

Dott. Leonardo Tei

Foto dell'autore
Medico di medicina generale. Attualmente specializzando. Su Cisento.com curo gli approfondimenti medico-scientifici e sono sempre a disposizione per rispondere a domande o richieste in questo ambito.

2 Commenti

ROSA12 dicembre 2017 alle 19:54

Sono Rosa di Crotone, ho 69 anni e da circa dieci anni, tra tante altre malattie, soffro di artrite reumatoide, che però in ospedale, mi avevano certificato solo come algie diffuse, dal 2012 finalmente si sono sbilanciate a certificare che trattasi di artrite psoriasica, iniziandomi la terapia con medrol 16, embrel 50, e trexate. In questi anni ho avuto problemi di dolori di testa, goniartrosi alle ginocchia a volte senza poter camminare, insonnia correlata, ipertensione, debolezza, stanchezza, obesità. Infine due anni fa ho cominciato a perdere l’udito e, oggi, l’ho perso completamente all’orecchio destro. Ora sul vostro sito ho letto che la vitamina E mi avrebbe aiutato a prevenire la sordità. Desidererei essere guidata da voi su come devo procedere.

    Leonardo Tei12 dicembre 2017 alle 20:20

    Le consiglio caldamente di contattare un otorinolaringoiatra che la possa visitare in prima persona e iniziare un percorso mirato.
    Cordiali saluti.

 Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Cerca