Come sente una persona con impianto cocleare? Il suono è diverso da quello normale?

Proviamo a rispondere a questa domanda.

Domanda 4: Come “suona” il mondo con un impianto cocleare?

Cioè: esiste una differenza tra un udito normale e quello con l’impianto cocleare? Naturalmente si. Soprattutto nei primi tempi dopo l’impianto il parlato sarà percepito spesso innaturale, metallico e monotòno. Inizialmente sarà anche difficile distinguere l’una dall’altra le singole voci. Per questo sono importanti le regolazioni e la riabilitazione.

Coloro che portano un impianto da molto tempo possono confermare che il parlato torna ad essere udito quasi come normale; addirittura alcuni non notano più alcuna differenza.

La musica merita una digressione separata: il cervello deve imparare a differenziare singoli toni e suoni. Questo richiede generalmente più tempo rispetto al parlato.

La differenza quindi esiste, ma con il tempo e l’esercizio la situazione migliora molto.

Domande correlate sull’impianto cocleare:

  1. Come funziona l’udito?
  2. Cosa è un impianto cocleare?
  3. Chi ha bisogno di un impianto cocleare?
  4. Come “suona” il mondo con un impianto cocleare?
  5. E’ utile la riabilitazione uditiva?

Dott. Leonardo Tei

Foto dell'autore
Medico di medicina generale. Attualmente specializzando. Su Cisento.com curo gli approfondimenti medico-scientifici e sono sempre a disposizione per rispondere a domande o richieste in questo ambito.

2 Commenti

Luigi carrieri12 novembre 2017 alle 18:01

Salve mi chiamo luigi. Il 13 settembre ho fatto impianto cochleare kanso ,il 16 ottobre ho fatto
L’attivazione la prima mappatura ma non sento niente sento solo metallico .
Il 27 di novembre devo fare la seconda mappatura volevo qualche consiglio da lei.
Dopo quanto tempo riusciro a distinguere i suoni?

    Leonardo Tei18 novembre 2017 alle 17:45

    Salve Sig. Luigi. Il tempo di adattamento alla nuova situazione varia molto da persona a persona. Sicuramente se ha già portato apparecchi acustici, il fatto di sentire un suono metallico può essere una “conseguenza” normale. L’unico consiglio è di avere pazienza e fare le mappature previste.
    Cordiali saluti

 Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Cerca nel sito