Il 5 Aprile 2015 SI è conclusa ufficialmente la XVIII edizione dei Deaflympics invernali. La cerimonia di chiusura si è tenuta al teatro centrale “Ugra-Classic” a Khanty-Mansiysk.

Gli ospiti e le delegazioni sono stati intrattenuti con spettacoli coreografici e teatrali.

«Questa settimana è passata molto rapidamente, abbiamo da poco dato il via alla manifestazione e ora stiamo già dicendo addio ai Deaflympics, – ha detto il governatore di Ugra Natalia Komarova. – Le vostre vittorie sono già diventate storia. Tuttavia, esse ispireranno ragazze e ragazzi provenienti da tutto il mondo. Questo è il patrimonio principale della Deaflympics ».

Il Presidente del Comitato russo di Deaf Sports, Alexander Romantsov, ha notato che i Giochi sono stati organizzati con un livello molto alto. «Vorrei che questi Deaflympics continuassero a vivere nei ricordi delle persone. Mi auguro che il numero di partecipanti sarà in aumento e ci saranno più premiazioni nei prossimi Deaflympics. I Deaflympics sono come una grande famiglia », – ha detto.

Sarebbe un sogno vedere crescere il numero di discipline incluse nel programma dei Giochi e poter incontrare lo stesso alto livello di organizzazione e realizzazione nei prossimi Deaflympics.

Alexander Romantsov ha detto che tutti gli atleti sono già tristi per la partenza, ma di non disperare perchè si incontreranno di nuovo in 4 anni!

Non è ancora stato deciso chi ospiterà il prossimo inverno i Deaflympics. Il Comitato ha già ricevuto 5 candidature e il paese ospitante dei successivi giochi sarà noto fra un paio di mesi. Appena possibile, lo comunicheremo!

Il programma della cerimonia è proseguita con esibizioni coreografiche di gruppi locali e infine gli attori del teatro di mimica e gesti hanno cantato la canzone realizzata appositamente per la cerimonia di chiusura dei Giochi – «Ugra vi dà il benvenuto».

Il culmine della cerimonia è stata l’estinzione del fuoco Deaflympic che è stato illuminato a Khanty-Mansiysk il giorno di apertura dei Giochi. La coppa con il fuoco è stata spenta sul palco. Nello stesso momento è scomparso anche il fuoco del calderone Deaflympic posto sulla piazza centrale della città.

Vale la pena ricordare che la Russia è diventata il vincitore ufficiale dei Giochi con 30 medaglie: 12 d’oro, 6 di argento e 12 medaglie di bronzo. La Repubblica Ceca si trova al secondo posto con 6 ori e 1 argento. Il terzo posto appartiene agli Stati Uniti d’America con 3 ori, 3 argenti e 2 medaglie di bronzo.

L’Italia si è piazzata quarta grazie alle 5 medaglie ottenute da un nostro giovane connazionale, Giacomo Pierbon, con 3 ori e 2 argenti. Purtroppo non molta attenzione è stata data a questa edizione dai media italiani.

Per la nostra nazionale c’è ancora molta strada da fare e molto importante è far conoscere la bella realtà dei Deaflympics.

Dott. Leonardo Tei

Foto dell'autore
Medico di medicina generale. Attualmente specializzando. Su Cisento.com curo gli approfondimenti medico-scientifici e sono sempre a disposizione per rispondere a domande o richieste in questo ambito.

 Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Cerca nel sito