Una attenta e continua cura contribuisce ad ottenere prestazioni eccellenti e garantisce una lunga vita al vostro apparecchio acustico.

E’ buona regola pulire quotidianamente le superfici dei vostri apparecchi acustici con un panno soffice ed asciutto, ed è vivamente sconsigliato l’utilizzo di agenti di pulizia (sapone, detergenti per la casa..) in quanto potrebbero danneggiare le componenti elettroniche.

L’apparecchio acustico è composto da diverse parti, ognuna delle quali richiede una specifica manutenzione.

Vediamo nel dettaglio.

Apparecchi Retroauricolari

Chiocciola o auricolare

La chiocciola o auricolare è quella parte dell’apparecchio retroauricolare che è inserita nel condotto uditivo.
Essa presenta un foro centrale, da dove passa il suono per essere trasmesso al timpano, e molto spesso è presente anche un secondo foro, più piccolo e posto più in basso, che permette il passaggio di aria tra l’esterno e l’interno del vostro orecchio.
Questi due fori, causa la loro posizione, sono soggetti ad ostruzione da parte del cerume, e quindi è consigliabile una quotidiana pulizia con un panno asciutto ed uno spazzolino (chiedete al vostro audioprotesista!) per rimuovere esternamente anche i più piccoli residui di cerume.

Tubetto

Il tubetto è una parte importante del sistema retroauricolare, in quanto trasmette il suono amplificato dall’apparecchio al vostro orecchio. E’ necessario che esso non sia mai ostruito da cerume e/o goccioline umidità e sudore, dal momento che ne comprometterebbero il buon funzionamento.
L’uso di una pompetta (chiedete al vostro audioprotesista!) può aiutarvi a rimuovere umidità e residui.
Circa una volta al mese è comunque consigliabile andare dal vostro audioprotesista per cambiare il tubetto in uso con uno nuovo: esso tende ad irrigidirsi stando a contatto con la pelle ed il calore da essa emanato. Ciò modifica notevolmente la trasmissione del suono!

Effettuare una pulizia quotidiana con un panno morbido ed asciutto su tutta la superficie esterna. Ogni tre/sei mesi o quando vedete che il tubetto e la cupoletta iniziano ad ingiallirsi e a perdere di elasticità, fateli sostituire dal vostro audioprotesista.

Apparecchi Endoauricolari

Questi tipi di apparecchi, essendo posizionati completamente all’interno del condotto uditivo, sono facilmente soggetti al contatto con cerume ed umidità.
Per questo motivo presentano, nel foro che trasmette il suono amplificato, un filtro o un paracerume che ne prevengono l’accumulo.
Ma è comunque importante mantenerli sempre puliti dopo ogni uso con un panno asciutto ed uno spazzolino, che vi sarà dato dall’audioprotesista, per rimuovere i residui.

Dott. Lucia Bigiarini

Foto dell'autore
Sono Tecnico Audioprotesista, ho conseguito la laurea presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Siena. In Italia ho lavorato in una delle aziende audioprotesiche più attive a livello mondiale nella commercializzazione di soluzioni uditive. Attualmente lavoro come Audioprotesista per un'azienda austriaca.

 Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Cerca nel sito