Cosa c’è da sapere

Cura e pulizia dell’apparecchio acustico

cedis

Una volta acquistato il vostro apparecchio acustico, dovrete iniziare a prendervene cura come fosse un “cucciolo” che ha bisogno di continue attenzioni in modo da potergli garantire prestazioni eccellenti e una lunga vita.
Ma non abbiate timore, non è assolutamente complicato!

Ecco qui una semplice guida che vi potrà essere utile..

Leggi

Come trovarsi preparati per affrontare l’esame audiometrico

A quanti di voi sarà capitato di essersi sottoposti a visite ORL (=otorinolaringoiatra) ed esami audiometrici per valutare l’entità della propria ipoacusia ed avere avuto le relative diagnosi senza capire poi effettivamente di cosa stava parlando il tal Dottore?

Ecco… Con questo articolo vorrei dare delle informazioni un po’ più dettagliate a riguardo, in modo da potervi aiutare a comprendere meglio il significato di ipoacusia e non trovarvi così disarmati difronte al vostro Dottore e/o Audioprotesista di fiducia.

Leggi

Abbiate cura del vostro apparecchio!

2015-03-21_18h12_36

Una attenta e continua cura contribuisce ad ottenere prestazioni eccellenti e garantisce una lunga vita al vostro apparecchio acustico.

E’ buona regola pulire quotidianamente le superfici dei vostri apparecchi acustici con un panno soffice ed asciutto, ed è vivamente sconsigliato l’utilizzo di agenti di pulizia (sapone, detergenti per la casa..) in quanto potrebbero danneggiare le componenti elettroniche.

L’apparecchio acustico è composto da diverse parti, ognuna delle quali richiede una specifica manutenzione.

Leggi

Primi passi per un corretto uso degli apparecchi acustici

In questo articolo potrete trovare dei suggerimenti utili per un uso ottimale degli apparecchi acustici.
Per chi ha acquistato da poco un apparecchio, questi consigli risulteranno molti importanti, ma anche i più esperti potranno scoprire tante curiosità.

Leggi

Acquistare un apparecchio acustico: le barriere da superare

barriere

L’udito è l’organo di senso più importante di cui l’essere umano disponga; infatti è l’unico senso sempre vigile, anche quando dormiamo.

L’ipoacusia può creare situazioni di malessere che a loro volta causano difficoltà nei rapporti interpersonali, ma prima di diventare portatore di un apparecchio acustico una persona deve superare molte barriere psicologiche.

Leggi

Cerca