foto binax

Grazie alla simulazione degli effetti del sistema uditivo naturale, quindi binaurale, la tecnologia binax BestSound può migliorare notevolmente i presupposti di Soundability (aumento dell’intensità del suono, maggiore chiarezza e qualità).
E l’utilizzo di una coppia di apparecchi acustici è sicuramente un buon inizio per il ristabilimento dell’udito binaurale.
Molto spesso però è accaduto che in certe situazioni difficili, una coppia di apparecchi, non sia stata comunque in grado di compensare la perdita uditiva. Siemens ha così cercato di risolvere il problema dando origine a binax BestSound Technology.

Al fine di emulare l’ascolto binaurale naturale e i suoi vantaggi, i due apparecchi acustici Binax devono comunicare tra di loro.
Per far ciò devono essere “collegati” in maniere wireless (e2e wireless 3.0). Ciò consente lo scambio di segnali audio tra i due apparecchi acustici, in modo che possano lavorare con il contributo di entrambe le orecchie, proprio come il cervello.
Come risultato, l’apparecchio acustico non solo utilizza le informazioni raccolte dai propri due microfoni, ma anche il segnale acustico dei due microfoni dell’altro apparecchio acustico.
In questo modo, ogni apparecchio acustico funziona con il contributo di quattro microfoni.
Così questi apparecchi acustici creano una rete virtuale di otto microfoni!

binax_binaural-hearing_596px

 

Questa rete virtuale di otto microfono  fornisce una sensibilità accresciuta dell’ambiente acustico (High Definition Resolution Sound-HDSR); in questo modo si viene a risolvere il problema sopracitato e cioè migliore comprensione anche in situazioni di ascolto estremamente difficili.

In più, la tecnologia binax BestSound risolve il problema del consumo di batteria: la tecnologia rivoluzionaria e2e wireless 3.0 richiede solo 1,6 mA per la trasmissione di segnali audio.

La combinazione di HDSR con basso consumo energetico consente tre caratteristiche fondamentali: binaxFocus (è in grado di restringere il raggio del microfono direzionale e per aiutare i portatori a capire il parlato nel rumore), binaxSound (controlla continuamente entrambi gli apparecchi acustici e strategicamente utilizza segnali audio provenienti dal lato con la migliore qualità del suono riducendo altre fonti di rumore), e binaxGuide (consente ai portatori di prendere il controllo flessibile del come e di quello che vogliono sentire). Insieme, queste caratteristiche creano il perfetto equilibrio tra qualità del suono e udibilità per ogni singolo utilizzatore.

binax_rocker_276px

Udito binaurale significa udito migliore

La localizzazione del suono è una parte essenziale dell’udito binaurale naturale. Ma come può il nostro cervello esattamente individuare una sorgente sonora?

Il suono viaggia in onde e quando esso è più vicino ad un orecchio, raggiunge questo orecchio un po ‘più forte e leggermente prima dell’altro orecchio. Combinando le diverse informazioni in tempo e volume da entrambe le orecchie, il nostro cervello può individuare con precisione una sorgente sonora. Questo rende l’udito binaurale naturale particolarmente utile per l’orientamento in ambienti rumorosi, come situazioni di traffico.

binax_natural-binaural-hearing_276px

 

Alcuni dei più importanti processi binaurali includono:

Ridondanza Binaurale

Il nostro cervello combina l’input da entrambe le orecchie per creare una percezione centrale che è migliore rispetto ai singoli segnali.

binax1

 

Squelch Binaurale

 

Permette al nostro cervello di separare chiaramente un segnale vocale dal rumore di fondo, per dare più risalto al parlato.

binax2

Binaurale di ascolto diretto

Il nostro cervello può concentrarsi su una specifica sorgente sonora, mentre sopprime tutti gli altri.

binax_4

Ecco ora gli apparecchi appartenenti alla famiglia binax BestSound:

Ace binax

Soluzione Ric dalle ridotte dimensioni, discreta ed affidabile. Adatta per perdite uditive in progressione.
Resistente all’acqua (fino ad 1 metro di profondità per circa 30 min.) e alla polvere.
Con l’innovativa App: App touchControl, i clienti possono controllare a distanza i loro apparecchi, modificando programmi di ascolto e/o il volume, soltanto con pochi tocchi rapidi sul loro smartphone.
Disponibile in due livelli di prestazione con 4 ricevitori di differenti potenze.
E programma opzionale per la gestione del tinnito.

Pure binax

Altra soluzione Ric, di dimensioni leggermente più grandi rispetto ad Ace binax, ma adatto alle persone più esigenti. Infatti, permette ai portatori di comprendere il discorso anche nelle situazioni di ascolto più difficili come ristoranti o feste, ancora meglio delle persone con udito normale.
Resistente all’acqua (fino ad 1 metro di profondità per circa 30 min.) e alla polvere.
Disponibile in due livelli di prestazione con 4 ricevitori di differenti potenze.
E programma opzionale per la gestione del tinnito.
Possibilità di connessione wireless con easyTek e easyTek App.
Con App touchControl, i clienti possono controllare a distanza i loro apparecchi, modificando programmi di ascolto e/o il volume, soltanto con pochi tocchi rapidi sul loro smartphone.

Carat binax

Soluzione ancora Ric ed ancora leggermente più grande di Pure ed Ace binax, che si adatta perfettamente a quasi tutte le esigenze delle persone ipoudenti.
Disponibile in due modelli: Carat Binax e Carat A Binax.
Resistente all’acqua (fino ad 1 metro di profondità per circa 30 min.) e alla polvere.
Disponibile in due livelli di prestazione con 4 ricevitori di differenti potenze.
E programma opzionale per la gestione del tinnito.
Possibilità di connessione wireless con easyTek e easyTek App.
Con App touchControl, i clienti possono controllare a distanza i loro apparecchi, modificando programmi di ascolto e/o il volume, soltanto con pochi tocchi rapidi sul loro smartphone.

Condividi : Share on FacebookTweet about this on Twitter

Dott. Lucia Bigiarini

Foto dell'autore
Sono Tecnico Audioprotesista, ho conseguito la laurea presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Siena. In Italia ho lavorato in una delle aziende audioprotesiche più attive a livello mondiale nella commercializzazione di soluzioni uditive. Attualmente lavoro come Audioprotesista per un'azienda austriaca.

 Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Cerca