Widex Clear Cic è l’apparecchio acustico CIC (peritimpanico) della famiglia Clear. Consigliato per ipoacusie da molto lievi a moderatamente gravi, utilizza batteria di tipo 10. Come tutti gli apparecchi della serie Clear, dispone anch’esso di 3 livelli di prestazione: 440/330/220 (NB. I livelli di prestazione ci indicano il grado di rendimento dell’apparecchio).

Nella tabella sottostante si possono vedere le diverse funzionalità e caratteristiche che distinguono i 3 livelli di prestazione.
Notate che il modello Clear Cic 440, che è completo di tutte le funzioni che Widex mette a disposizione per i suoi migliori apparecchi, presenta 15 canali di elaborazione, che consentono all’Audioprotesista di essere molto più preciso nella regolazione dei suoni (NB. maggiore è il numero di canali, molto più esatta sarà l’amplificazione del segnale), e 5 programmi di regolazione (in base all’ambiente in cui vi trovate, potrete scegliere il programma di regolazione più adatto). Potete trovare ulteriori informazioni cliccando QUI.

2015-03-23_13h54_03

 

Leggendo la tabella si possono notare alcune importanti funzioni che caratterizzano la tecnologia di Widex: Audibilty ExtenderDynamic IntegratorSmartSpeak/SmartTone.

Inoltre gli apparecchi Clear Cic presentano il programma Zen, utile per il rilassamento e per alleviare l’acufene.

La famiglia di Clear Cic si avvale della nuova tecnologia wireless WidexLink, che permette uno scambio di dati estremamente rapido e sicuro tra i sistemi acustici, senza alcun ritardo percettibile. Inoltre grazie alla possibilità di connessione con gli accessori DEX, sempre senza fili, avrete modo di guardare comodamente la televisione, ascoltare musica o telefonare con il cellulare.

La serie Clear Cic utilizza la nuova piattaforma tecnologica C-ISP, che in combinazione con la funzionalità InterEar (IE) consente uno scambio di dati tra gli apparecchi ancora molto più preciso e affidabile.  Ma l’innovazione più importante sta nel fatto che è in grado di distinguere il parlato dal rumore in fase di analisi del segnare sonoro.

La funzionalità InterEar (IE) si ispira alle caratteristiche fondamentali di un udito normale, ma come? Condividendo nell’immediato gli input ricevuti da un apparecchio all’altro.
Questa condivisione dei dati è estremamente veloce (fino a 21 un secondo), ed il risultato è una migliore percezione della qualità e localizzazione del suono. La condivisione e la sincronizzazione dei dati è facilitata da WidexLink.

InterEar è una parte fondamentale della tecnologia Widex, che consente il coordinamento di importanti funzioni quali:

  • InterEar Compressione TruSound  – coordina l’amplificazione del suono acustico di sinistra e destra, preservando il naturale livello di differenza Intraurale (ILD)
  • InterEar Speech Enhancer – utilizzando SII (intelligibilità del parlato Index) attenua il rumore di fondo, individuando la fonte sonora dominante, esaltando così il parlato.
  • InterEar Annullamento del feedback (fischio) – rende il sistema ancora più preciso nell’individuare di feedback.
  • InterEar Zen – favorisce il rilassamento, e ha dimostrato di contribuire a ridurre gli effetti del tinnito.
  • InterEar Controllo volume e Variazione del programma – sincronizza le modifiche di controllo del volume e di cambi di programma negli apparecchi acustici.

Dott. Lucia Bigiarini

Foto dell'autore
Sono Tecnico Audioprotesista, ho conseguito la laurea presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Siena. In Italia ho lavorato in una delle aziende audioprotesiche più attive a livello mondiale nella commercializzazione di soluzioni uditive. Attualmente lavoro come Audioprotesista per un'azienda austriaca.

 Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Cerca nel sito